Comune di Cordovado

Piazza Cecchini 24 - 33075 - Cordovado (PN) PEC: comune.cordovado@certgov.fvg.it

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Cordovado > Territorio > Protezione Civile > Note storiche

Note storiche

Il Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile nasce formalmente il 24/06/1992, con un gruppo di una trentina di volontari.
Le prime attività svolte erano di supporto alle manifestazioni organizzate da altre associazioni, per la salvaguardia dell'incolumità delle persone ed il controllo del traffico.
Nel frattempo il gruppo si dotava sempre più di mezzi ed attrezzature e ben presto le attività si intensificavano con frequenti interventi di prevenzione sul territorio comunale, di conservazione di monumenti ed arredi urbani e di costante controllo del territorio dopo importanti eventi atmosferici.
Non si trascurava, nel contempo, l'aspetto formativo dei volontari, con la partecipazione a corsi di formazione Antincendio e di Rianimazione Cardio Polmonare.
Nei mesi di maggio e giugno del 1993, veniva organizzata una serie di 5 incontri su tematiche di primo soccorso, con operatori del 118, rivolti alla cittadinanza.
Nel novembre del 1994 si iniziano ad affrontare le prime calamità naturali, intervenendo in occasione dell'alluvione in Piemonte, nel comune di Grinzane Cavour.
Nel febbraio del 1995 viene eseguita, sotto forma di esercitazione, il primo intervento consistente di prevenzione sul territorio, con la Prima Esercitazione "Corsi d'Acqua Puliti", intervenendo sul tratto di roggia all'ingresso nord del paese.
Nel mese di dicembre dello stesso anno, si organizzava un incontro con il personale insegnante delle scuole, per affrontare le tematiche della sicurezza e dell'evacuazione degli edifici scolastici. Conseguentemente, nella primavera successiva, veniva promossa la prima esercitazione "Scuola Sicura", con l'evacuazione degli edifici scolastici e la simulazione dell'intervento del personale del 118.
Nell'anno 1996 iniziano i primi lavori di sistemazione della sede operativa e logistica di via Circonvallazione.
Sempre nel 1996 venivano effettuati interventi nei comuni di Morsano al Tagliamento e Pasiano, in occasione delle piene dei fiumi Tagliamento e Livenza.
L'anno 1997 ci vedeva impegnati, nel mese di febbraio, con la Seconda Esercitazione "Corsi d'Acqua Puliti 2", con la pulizia della roggia Ligugnana in località Belvedere e, nel mese di settembre, 6 volontari si recavano nel comune di Nocera Umbra all'indomani del disastroso terremoto che ha colpito l'Umbria.
Nella primavera successiva venivano promosse una serie di iniziative per la raccolta di fondi a sostegno delle popolazioni terremotate, culminate con la ormai tradizionale "Festa dei Ragazzi" incentrata sul volontariato, la solidarietà e la Protezione Civile, nella quale si affrontavano, in forma giocata, tematiche di protezione civile e primo soccorso. A fine giornata è stato stabilito un collegamento con un gruppo di alunni della scuola di Nocera Umbra che hanno condiviso con i nostri ragazzi alcuni momenti della festa.
Con le somme raccolte sono stati acquistati due personal computer con modem, stampante e scanner che sono stati consegnati, da un gruppo di volontari con a capo il sindaco Augusto Bertocco, alla scuola elementare di Nocera Umbra.

intervento

Nel mese di Marzo del 1998, un nutrito gruppo di volontari partecipava ad una esercitazione provinciale di prevenzione sul territorio, in comune di Fiume Veneto, per la pulizia dell'alveo e delle rive del fiume Fiume.
Nel Maggio dello stresso anno 4 volontari intervenivano in comune di Sarno in occasione dell'alluvione.
Il 1999 ci vedeva impegnati nella raccolta di materiali di prima necessità, da affidare alla "Missione Arcobaleno" che operava in Albania alla fine della guerra. Nel giugno dello stesso anno un nostro volontario partiva, con un gruppo di volontari friulani, alla volta di Valona in Albania, nell'ambito della stessa missione.
Nel settembre del 2000, a seguito degli eventi alluvionali in Valle d'Aosta, due volontari si recavano nel comune di Locana a sostegno delle popolazioni colpite dall'evento calamitoso.
L'ultimo impegno importante, in ordine di tempo, ha visto una quindicina di volontari alternarsi, in comune di Pordenone, in occasione dell'alluvione del mese di novembre del 2002, per contribuire a riportare quanto prima alla normalità la vita delle popolazioni colpite dall'esondazione del fiume Noncello.
Dal 1997 al 2003 i volontari che nel frattempo sono diventati una quarantina, oltre ad essere impegnati negli eventi e nelle attività sopra ricordati, si sono dedicati alla costruzione della nuova sede, alla manutenzione ed al mantenimento dei mezzi e elle attrezzature in dotazione, al costante monitoraggio del territorio ed al tempestivo intervento in caso di eventi atmosferici di particolare intensità.
Tutto ciò è stato possibile grazie all'impegno costante di un nutrito gruppo di volontari che, grazie anche alle numerose attività svolte ed agli interventi eseguiti, hanno raggiunto uno stato di coesione ed affiatamento tale da garantire tempestività, efficienza e competenza nell'affrontare con successo eventi di qualsivoglia natura.