Comune di Cordovado

Piazza Cecchini 24 - 33075 - Cordovado (PN) PEC: comune.cordovado@certgov.fvg.it

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Cordovado > Territorio > Turismo e Cultura > Tracce di storia antica

Il castello Medioevale

Il castello medioevale
Il castello medioevale
La porta
La porta

Il toponimo Cordovado designa un grosso complesso agricolo (CURTIS) posto in prossimità del guado su un antico ramo del Tagliamento, che i vescovi di Concordia fortificarono attorno all’XI-XII secolo e scelsero a loro più importante castello della pianura, sede di numerosi poteri, civili, militari ed ecclesiastici.

Rimasto in piena funzione fino al Quattrocento, sorgeva accanto a una strada importante, che collegava Concordia e Portogruaro all’area austriaca e tedesca.

Il mastio con la residenza dei vescovi venne abbattuto a metà dell’Ottocento; sorgeva tra la mura, la chiesa di San Girolamo e Palazzo Freschi-Piccolomini.

Quel che si vede oggi é l’ambito esterno, costituito dal fossato, dalle mura (in un angolo interno si ritiene sia esistito un castelliere preistorico), dai ponti in muratura che hanno sostituito i ponti levatoi del medioevo, dalle due torri portaie, ancora ben riconoscibili, sebbene la meridionale sia stata privata della fila di merli (la porta settentrionale, più integra, è sormontata dalla torre dell’orologio).