Comune di Cordovado

Piazza Cecchini 24 - 33075 - Cordovado (PN) PEC: comune.cordovado@certgov.fvg.it

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Mulini di Stalis

Mulini di Stalis
Mulini di Stalis

In un territorio che per secoli ha attinto le proprie risorse principalmente dalle attività agricole, ancor oggi è possibile incontrare ambienti e abitati che ricordano questa realtà.
Legato alla storia dell’Abbazia di Sesto e degli insediamenti rurali che crebbero nei suoi domini, il complesso dei mulini di Stalis ebbe parte anche nella vita sociale dei cordovadesi. Lo sviluppo in questo luogo di un piccolo villaggio fu determinato dalla possibilità di sfruttamento per la macinazione della forza idrica data dalla ricchezza d’acque correnti.
Di origine medievale, l’insieme degli edifici venne utilizzato nel lungo periodo fino ai nostri giorni; costituisce un esempio architettonico ancora piuttosto integro dell’arte molitoria e della sua importanza nei secoli, sia per le comunità contadine, sia per le signorie che su di esse esercitavano i poteri.

Palazzo Soppelsa a Belvedere

Palazzo Soppelsa a Belvedere
Palazzo Soppelsa a Belvedere

Pur essendo poco discosta dalla frequentata arteria che da Suzzolins si inoltra nel cuore del Friuli, distese di campi e prati, fossi e alberate accolgono il visitatore che entra nella realtà agricola di Belvedere (il nome stesso suona come un invito a contemplare l’amenità del luogo).
Qui i segni dell’insediamento rurale sono tuttora leggibili nel piccolo abitato che attornia Palazzo Soppelsa, una costruzione padronale otto-novecentesca che conserva alcune pertinenze un tempo destinate alla servitù, ai coltivatori, agli attrezzi, alle macchine e ai prodotti immagazzinati.