Passaggi di proprietà: autentica di firma

Nel caso di vendita di un bene mobile registrato (autoveicoli, motoveicoli, rimorchi, ecc.) la firma sul documento di vendita può essere autenticata anche presso gli uffici anagrafici.
Allo sportello dell'ufficio anagrafe deve presentarsi il venditore, con il certificato di proprietà del mezzo e una marca da bollo da €. 14,62.
La firma dovrà essere apposta nell'atto di vendita redatto sul retro del certificato di proprietà, nel riquadro T. Per il completamento della pratica (trascrizione e pagamento delle relative imposte) l'atto dovrà essere successivamente portato presso il PRA, oppure presso gli sportelli telematici dell'automobilista o altri uffici presenti sul territorio autorizzati ai sensi della L. 248/2006. Gli stessi uffici e le agenzie di consulenza potranno anche autenticare le firme e quindi espletare l'intera pratica del trasferimento di proprietà, evitando così al cittadino di recarsi in più uffici.

Normativa di riferimento: L. 248/2006

Requisiti richiesti:
Essere l'intestatario del veicolo; l'acquirente italiano o straniero dev'essere residente in Italia o iscritto all'A.I.R.E.

Documenti da presentare:
Certificato di proprietà o foglio complementare in originale, documento di riconoscimento in corso di validità, marca da bollo da 14,62 euro.

Termini per la presentazione dei documenti: Tutti i documenti vanno esibiti al momento dell'autentica della firma.

Durata del procedimento: L'autenticazione è effettuata immediatamente allo sportello.

Ufficio di competenza:  Settore personale, segreteria e servizi alla popolazione

Responsabile ufficio: Capra Cristina

Tel. 0434 1689805 - 1689806

E-mail: